«La stagione al via purtroppo non potrà essere positiva». Rasella (Camera di Commercio) inquadra la ripartenza nel turismo

Como dall'alto e primo bacino (foto panoramica)

I turisti, basta osservare le vie del centro e il lungolago, stanno tornando. E sembrerebbe anche in massa. Ma quello che può apparire ai non addetti ai lavori come un segnale incoraggiante «pur essendolo perché testimonia una ripartenza, non basta a nascondere la realtà, ovvero il fatto che la stagione estiva appena partita non potrà essere positiva. Non potrà in alcun caso far registrare i numeri di un tempo ma sconterà inevitabilmente ancora l’effetto pandemia». A parlare è Giuseppe Rasella albergatore e componente della giunta della Camera di Commercio di Como e Lecco con delega a Turismo e Cultura che, pur lodando e facendo sempre più affidamento sul buon esito della campagna vaccinale non nasconde alcuni fatti evidenti. «Se non dovesse accadere nulla di grave penso che ci vorranno un paio di anni per tornare a livello del 2019 – spiega Rasella – Attualmente purtroppo i flussi in arrivo dalla Gran Bretagna, mercato per noi decisivo, sono praticamente inesistenti e pochi anche quelli intercontinentali». Ovviamente sull’andamento dei flussi turistici influirà «l’effetto delle varianti attualmente in circolazione che è fondamentale arginare», chiude Rasella.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.