La storia di Vassena in mostra dal 13 maggio al 22 luglio
Cultura e spettacoli, Territorio

La storia di Vassena in mostra dal 13 maggio al 22 luglio

Pietro Vassena nel 1948 Pietro Vassena nel 1948

“L’uomo che camminava sulle acque”: è il titolo della mostra dedicata a Pietro Vassena, il geniale inventore che il 12 marzo del 1948 stabilì il record mondiale di profondità con il batiscafo C3 ad Argegno, sul Lago di Como, scendendo a -412 metri.
Il Comune di Malgrate, il paese di Pietro Vassena, ha deciso di dedicargli una mostra (che apre il prossimo 13 maggio) e una serie di iniziative che oggi sono state presentate nel municipio della località lecchese. «Un tributo doveroso per un genio creativo che merita di essere ricordato» ha detto il primo cittadino, Flavio Polano, che poi ha aggiunto: «Un uomo da scoprire e far conoscere soprattutto alle nuove generazioni, attraverso le sue invenzioni».
L’esposizione sarà aperta a Malgrate dal 13 maggio al 22 luglio alla Quadreria Bovara Reina con i seguenti orari: sabato e domenica dalle 10 alle 19, il giovedì dalle 21 alle 23 e, per gruppi e scuole, al mercoledì alle 9 alle 13 (ingresso libero).
Tra enti ed istituti che hanno collaborato alla realizzazione dell’evento c’è anche il “Romagnosi”, scuola superiore di Erba.
Pietro Vassena (21 aprile 1897-21 maggio 1967) fu un inventore e imprenditore; fu, di fatto, un anticipatore dei tempi. Creò gli skivass per camminare sull’acqua, motori per motociclette e scafi, piccoli veicoli per la città – che oggi sono di moda – e la prima sveglia in plastica. La sua impresa più grande fu la già citata immersione nelle acque di Argegno nel 1948.
La mostra ricorderà il personaggio, la sua officina, le sue idee, l’atmosfera dei tempi in cui fu operativo e sarà divisa in tre parti. La prima sarà dedicata alle moto e più in generale ai motori, la seconda sarà incentrata sul mondo acquatico, la terza ai suoi progetti più visionari.
I visitatori troveranno prototipi, reperti originali, documenti e giornali dell’epoca, fotografie e un oblò dello scafo C3, che nel novembre del 1948 affondò nelle acque di Capri e non fu più recuperato.
All’esposizione di Malgrate saranno affiancate una serie di eventi collaterali – tra cui una proiezione d’immagini d’epoca alla Canottieri Lecco il 9 giugno – e visite guidate in italiano ed in inglese.
Massimo Moscardi

23 aprile 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


UN COMMENTO SU QUESTO POST To “La storia di Vassena in mostra dal 13 maggio al 22 luglio”

  1. Un”iniziativa molto interessante, anche perché la mostra vuole raccontare la storia degli italiani e del nostro territorio, dalla prima guerra mondiale agli anni del boom economico, in un modo originale, utilizzando il punto di vista e le esperienze di un testimone con una professione molto particolare: quella dell’inventore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto