La tragedia di San Siro: sequestrata anche la rampa della discarica

Il punto della tragedia ad Acquaseria

Prosegue l’indagine della Procura di Como – pubblico ministero Antonia Pavan – su quanto avvenuto mercoledì pomeriggio, nei pressi della piazzola per i rifiuti di San Siro.

Dopo il sequestro dell’auto, una Panda bianca, e della sbarra che non ha retto all’urto della vettura, lasciandola precipitare per 30 metri nel lago, ora il pm ha disposto anche i sigilli alla rampetta di accesso ai cassoni per la raccolta indifferenziata. Un ulteriore passo in avanti nel tentativo di ricostruire quanto accaduto e se, soprattutto, la tragedia poteva essere evitata. La donna, Marisa Garovo, 70enne del paese, aveva appena depositato dei rifiuti quando, scendendo dalla rampetta, in un punto molto stretto, al posto di svoltare a sinistra e immettersi sulla strada è andata diritta contro il parapetto che non ha retto all’urto aprendosi per diversi metri. L’indagine – al netto dell’eventuale errore di manovra della vittima o del malore – vuole capire perché, in un punto tanto complicato per la viabilità, il parapetto non abbia retto all’urto dell’auto che pure non arrivava a grande velocità. Il corpo della 70enne è invece già stato restituito alla famiglia per le esequie.

La tragedia alle 15 di mercoledì, nel territorio comunale di San Siro. L’auto, abbattuto il parapetto, era precipitata nel lago per una trentina di metri inabissandosi. Solo il lavoro lungo e complicato dei vigili del fuoco aveva permesso – a notte fonda – di poter estrarre la Fiat Panda dalle acque del Lago di Como. Vettura che era poi stata posta sotto sequestro. La salma era invece già stata recuperata in precedenza dai sommozzatori dei vigili del fuoco. La tragedia era avvenuta davanti a più testimoni, tutti già sentiti dai carabinieri della compagnia di Menaggio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.