La vittoria del Como a Lucca. Banchini: «La reazione che serviva»

Marco Banchini

Il Como ritrova il sorriso: dopo la pesante sconfitta interna con il Lecco, la squadra lariana è tornata al successo. Gli azzurri si sono infatti imposti per 3-2 sul campo della Lucchese, ultima in classifica nel girone A. La gara è stata posticipata a ieri pomeriggio dopo che domenica era stato segnalato un caso di positività al Coronavirus nella formazione rossonera. Al Como, che nulla ha avuto da eccepire e che si è fermato in Toscana 24 ore in più, è giunto un messaggio di Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, rivolto all’amministratore Michael Gandler: «Voglio ringraziare te, i tuoi tesserati per lo spirito di lealtà sportiva che avete dato giocando a Lucca e sobbarcandovi sacrifici nell’interesse generale della serie C e del calcio italiano. Avete consentito di mostrare il volto del calcio che fa bene al Paese».
Una sfida che per i lariani non era partita nel migliore dei modi, con i padroni di casa in vantaggio al 9’ con una rete di Filippo Scalzi. Poi il tris degli ospiti con Alessandro Bellemo e Alessio Iovine (al 13’ e al 28’ del primo tempo) e con il nuovo acquisto Roberto Ferrari, su rigore al 28’ della seconda parte. A quel punto sembrava fatta, ma la realizzazione del rossonero Michel Cruciani al 31’, ancora su penalty, ha riaperto i giochi. I lariani hanno sofferto fino alla fine, con i rossoneri che si sono portati avanti disperatamente per cercare il pareggio. Ma, anche se con qualche brivido, la difesa ha retto e alla fine la squadra di mister Marco Banchini è uscita dal campo con i tre punti.
Con questa affermazione i lariani salgono a quota 9 e raggiungono Grosseto, Carrarese, Pontedera e Novara. In testa il Renate, 12 punti, seguito da Lecco (11) e Pro Vercelli (10). Giovedì sul Lario la sfida infrasettimanale contro la Pergolettese.
«I ragazzi hanno avuto una grande reazione dopo il gol subìto da una squadra che si giocava molto in questo match – ha detto alla fine mister Marco Banchini – Abbiamo mostrato carattere e la giusta determinazione. Una vittoria che dobbiamo subito dimenticare: ora la concentrazione deve essere sull’incontro con la Pergolettese».
«La Lucchese ha dimostrato di essere una formazione viva fino all’ultimo minuto – ha detto ancora il tecnico – In questi incontri contano consapevolezza, organizzazione e intensità agonistica. Ci siamo rimessi sul nostro cammino ed è necessario ora andare avanti e ricaricare energie mentali e fisiche».
L’allenatore, infine, si è concesso un mini-bilancio dopo l’inizio di campionato: «Tre vittorie su quattro è un ottimo bottino, ma se vogliamo fare qualcosa di speciale dobbiamo lavorare duro quotidianamente. Serviva una reazione importante, c’è stata, ma quello che conta ora è battere la Pergolettese».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.