Cronaca

L’alpino Auguadro ricordato sulla lapide di Albate

altIeri la cerimonia. Era stato dato per disperso in Russia nel gennaio di 70 anni fa
(f.g.) Anche Luigi Auguadro del 2° reggimento artiglieria alpina divisione tridentina, partito per la campagna di Russia e come tanti altri mai ritornato in Italia, da ieri compare sul monumento in onore ai caduti in piazza IV Novembre ad Albate.  Ieri la cerimonia ufficiale, organizzata dal gruppo alpini di Albate e della sezione di Como, per rendere omaggio a uno dei tanti militari che hanno sacrificato la propria vita in onore

della patria. L’alpino di Albate risulta ufficialmente disperso in data 28 gennaio 1943 a Solonovka (Russia). Da quel giorno la moglie, incinta di pochi mesi dell’unico erede di Auguadro, non ha mai più avuto notizie sulla sorte del marito. Il figlio Pieraldo, presente ieri alla cerimonia, ha ricordato con commozione i racconti della madre sul padre che non ha mai conosciuto. Era stato proprio il figlio a lanciare un appello per avere notizie sulla scomparsa dell’alpino.
«Il ricordo è cresciuto con me attraverso i racconti di mia madre e delle lettere che le aveva inviato – dice – Vedere il suo nome su questo monumento è una forte emozione, ringrazio gli Alpini per questo riconoscimento».
Dopo la resa degli onori al Gonfalone città di Como e al Vessillo della sezione cittadina dell’associazione Alpini, la cerimonia è proseguita con lo scoprimento della lapide e la benedizione del parroco di Albate, don Antonio Fraquelli. Presenti il presidente del gruppo alpini di Albate, Giovanni Caspani, il presidente della sezione di Como Enrico Gaffuri e il vicesindaco Silvia Magni. «Nel ricordare Auguadro – ha spiegato Caspani – ricordiamo tutti i militari che non sono più tornati a casa».
«Poco sappiamo della sua sorte – ha aggiunto Silvia Magni – ma siamo tutti consapevoli che ha donato la vita per la patria». Alla cerimonia di ieri anche alcuni studenti della scuola primaria e secondaria di Albate. «È importante che i giovani conoscano la storia di questi uomini» ha concluso Enrico Gaffuri.

Nella foto:
A sinistra, la lapide del monumento ai Caduti di Albate con il nome di Luigi Auguadro. A destra, un momento della cerimonia di ieri in piazza IV Novembre (foto Fkd)
27 Gennaio 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto