L’arredo lariano e brianzolo “sfida” il maxi-salone di Milano

altA Lariofiere, dal 29 maggio al 2 giugno 2014, si svolgerà il Mab

Un esperimento per uomini coraggiosi. Il prossimo 29 maggio – quando sarà trascorso soltanto un mese e mezzo dalla chiusura del Salone internazionale del mobile di Milano – partirà, a LarioFiere, il “Mab”, la Mostra dell’arredamento in Brianza. Una rassegna che, nelle intenzioni degli organizzatori, punta a valorizzare ancor di più il settore legno-arredo.
«Siamo consapevoli della vicinanza con l’evento milanese. Ma una data andava scelta. Siamo pronti ad accettare la sfida ma siamo

allo stesso tempo convinti che ciò possa rappresentare un nuovo appuntamento in grado di sfruttare la scia del salone ma anche di offrire spunti più mirati per il nostro settore», ha detto il direttore di Cna Como, Alberto Bergna, in occasione della presentazione. Si tratterà della prima edizione di questa manifestazione – in calendario dal 29 maggio al 2 giugno – che ha l’ambizione di valorizzare il comparto e promuoverlo anche al di fuori delle 3 province di riferimento. Organizzatori della rassegna, che si terrà a LarioFiere, sono Cna Como e Cna Lecco con la partnership di Regione Lombardia (che ha dato un contributo di 60mila euro) oltre alle Camere di Commercio di Como e di Lecco, intervenute anch’esse con 30mila euro a testa. I settori in mostra saranno quelli dell’arredamento, dei complementi, dell’oggettistica per la casa, dell’outdoor e del design. Spazio anche al mondo del restauro, una delle eccellenze più apprezzate nel mondo.
L’ambizione è raccogliere in fiera 120 espositori, fare un anno di rodaggio e riproporre la rassegna, ancor più lunga e ricca di contenuti per l’anno dell’Expo. «Questa iniziativa intende rispondere al bisogno crescente manifestato dal sistema economico delle province coinvolte di rilanciare il settore – specifica Il presidente provinciale di Cna Como, Enrico Benati – La collocazione centrale rispetto alla confluenza delle tre province di Como, Lecco e Monza Brianza è dunque ideale».
La crisi non ha risparmiato i mobilieri ma la volontà è guardare avanti. «È un’iniziativa che mancava nell’area pedemontana – commenta il presidente di Cna Lecco, Giovanna Picariello – È curioso che i mobili della Brianza, che sono sinonimo di qualità in tutto il mondo, oltre al Salone cittadino per eccellenza, quello di Milano, non abbiano finora trovato un momento di promozione».
«Le province interessate – aggiunge Davide Bodini, componente dello staff organizzativo – potranno contare su una nuova manifestazione in grado di arricchire il calendario fieristico e il polo espositivo di Lariofiere». Ma come viene accolta dagli operatori questa nuova opportunità? «Per noi è senza dubbio una risorsa da sfruttare – dice Alberto Crippa, presidente di Cna Produzione, settore legno-arredo – Ci crediamo e siamo pronti a mettere in campo il meglio delle nostre collezioni». Tra i testimonial presenti ieri mattina anche Maurizio Riva dell’omonima industria di mobili che ha rilanciato anche «l’assoluta necessità di sfruttare sempre di più, oltre al canale fieristico, il web per proporsi a livello internazionale».

Fabrizio Barabesi

Nella foto:
Davide Bodini (a sinistra) e Alberto Bergna alla presentazione salone del mobile Mab (Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.