Laurea in Romania: chiuso lo studio

Intervengono i Nas – Il dentista è un 58enne comasco: ha chiesto il dissequestro

La storia è particolare, perché questa volta a essere stato chiuso dai Nas dei carabinieri non è stato lo studio di un finto dentista, bensì l’attività di un vero odontoiatra che tuttavia aveva ottenuto la laurea in Romania. Titolo di studio che in Italia non è però ritenuto valido.
Da qui, al momento del controllo del corpo dell’Arma che si occupa dell’anti sofisticazione e della salute, sono stati apposti i sigilli all’attività e la segnalazione è stata girata in Procura a Como.
Il pubblico ministero Alessandra Bellù ha così aperto

un fascicolo di indagine per l’ipotesi di reato di esercizio abusivo della professione.
Ma il medico, ovviamente, non ritiene di essere abusivo, in quanto ha effettivamente ottenuto la laurea, anche se in Romania.
Titolo di studio che la nostra nazione, tuttavia, non riconosce. Il professionista finito nei guai è un comasco di 58 anni che praticava in un proprio studio dentistico a ridosso del comune di Como.
L’intervento dei Nas risale invece a qualche giorno fa, al 29 novembre, anche se la notizia sull’accaduto si è diffusa solo ieri.
Dopo che tra l’altro, nei giorni scorsi, l’avvocato del 58enne ha chiesto al Riesame di affrontare la questione del sequestro dello studio che è chiuso e inattivo da tre settimane. La risposta non è ancora arrivata.

M.Pv.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.