Le epigrafi di Como antica diventano un giacimento digitale
Città, Cultura e spettacoli, Territorio

Le epigrafi di Como antica diventano un giacimento digitale

Il Chiostro di Sant'Abbondio dell'ateneo dell'Insubria Il Chiostro di Sant’Abbondio dell’ateneo dell’Insubria

Sta arrivando in dirittura d’arrivo la digitalizzazione delle epigrafi comasche nell’ambito dell’Epigraphic Database Roma (EDR) che è parte costitutiva della Federazione internazionale di banche dati epigrafiche denominata Electronic Archive of Greek and Latin Epigraphy (EAGLE). La finalità di queste iniziative è la schedatura e la divulgazione del materiale epigrafico latino e greco di ogni parte del mondo. In particolare per quanto concerne l’Italia, il progetto EDR è coordinato da un gruppo di ricerca dell’Università di Roma, La Sapienza, nelle persone dei professori Gian Luca Gregori e Silvia Orlandi.

Per quanto riguarda l’antica Comum la responsabilità scientifica di questo “censimento” di iscrizioni latine (alcune centinaia) è stata affidata al professor Antonio Sartori (già titolare della cattedra di Epigrafia Latina all’Università degli Studi di Milano) e al professor Mauro Reali che di Sartori è allievo. Entrambi sono autori di numerose pubblicazioni di carattere epigrafico e storico su Como romana e il suo territorio. L’iniziativa è stata aperta a contributi di studiosi di altri Atenei, e in particolare dell’Università dell’Insubria, nella persona del professor Sergio Lazzarini. Lo scorso marzo sono stati assegnati due premi di ricerca per la schedatura e l’inserimento nell’EDR delle iscrizioni relative a Comum e al suo territorio (euro 2.500: 250 schede; euro 1.000: 100 schede), sponsorizzati dall’Ordine degli Avvocati di Como e dalla Società “ComoServizi Urbani”. Il bando dei premii è stato pubblicato sul sito web dell’Associazione Terra Italia Onlus. Un premio da 1.000 euro è stato assegnato alla dottoressa Serena Zoia (100 schede EDR). Un premio premio da 2.500 euro ex aequo è andato alla dottoressa Francesca D’Andrea (1250 euro, 125 schede EDR) e alla dottoressa Silvia Gaia Gazzoli (1.250 euro, 125 schede EDR).

12 maggio 2018

Info Autore

Lorenzo

Lorenzo Morandotti lmorandotti@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto