Le ironiche “urgenze plastiche” di Alligo

altAlla Galleria Gomiero di Milano
Nella galleria antiquaria di Diego Gomiero, in via Rosolino Pilo 11 a Milano, insolitamente prestata all’arte contemporanea, sono esposte 35 opere di Santo Alligo, classe 1948, scultore, ma anche pubblicitario (sua è la realizzazione, da un’idea di Armando Testa, dell’ippopotamo Pippo della Lines, icona della storia della pubblicità), grafico, nonché collezionista di libri illustrati.

Le opere (esposte fino al 20 dicembre; info: 348.2637330) spaziano dal 1971 al 2014: dai ritratti familiari ai lavori più recenti, un’indagine sul filo dell’ironia dell’universo di quegli oggetti che, inevitabilmente, finiscono per intrecciarsi «con il mondo e l’estetica della grafica pubblicitaria», per usare le parole di Armando Audoli nel suo testo in catalogo. Che ancora dice di Alligo: «Le urgenze plastiche contraggono l’ispirazione del crampo istantaneo del momento, inteso come cortocircuito della riflessione o come mera estroflessione di un bisogno primario di manipolazione della materia».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.