Le Olimpiadi delle province, Como è al 17° posto

Arianna Errigo

Como nella top 20 delle “Olimpiadi delle province”, trainata soprattutto dalle atlete convocate per l’evento sportivo più antico della storia, ormai prossimo al via.
L’allarme per i casi Covid non spegne infatti l’entusiasmo per l’imminente avvio delle Olimpiadi di Tokyo, rinviate lo scorso anno e in programma dal 23 luglio all’8 agosto prossimi. In attesa della cerimonia inaugurale e delle competizioni, il quotidiano economico “Il Sole 24 Ore” ha pubblicato una graduatoria sul numero di sportivi convocati per le Olimpiadi dal 2000 al 2020 suddivisi per le province italiane. Il territorio comasco si piazza al 17° posto su 106 realtà.


Il titolo di provincia più olimpica va a Trieste, che ottiene il punteggio massimo, mille, ed è al quinto posto per le partecipazioni maschili e al primo per quelle femminili. Sul podio salgono poi Livorno e Gorizia. La provincia di Como con quasi 354 punti è, come detto, al 17° posto, con un ranking in base alle partecipazioni maschili e femminili rispettivamente al 35° e al decimo posto.

A Tokyo saranno quattro gli atleti comaschi impegnati nelle sfide olimpiche. La nazionale di canottaggio vedrà tra i convocati la 22enne Aisha Rocek (Carabinieri-Canottieri Lario) e il campione di Gravedona Pietro Ruta (Fiamme Oro). È alla terza Olimpiade Eleonora Giorgi, originaria di Cabiate, che correrà la 20 chilometri di marcia.
Un lariano, Simone Anzani, di Bizzarone, farà parte della nazionale di pallavolo. Tra le comasche d’adozione in campo a Tokyo, ci saranno poi la campionessa di scherma Arianna Errigo (nella foto Bizzi-Federscherma), cresciuta nella Comense, e la 28enne Alessia Trost, saltatrice in alto friulana che da tempo si allena al Campo Coni.

I compagni della nazionale terranno vivo poi il ricordo di Filippo Mondelli. Il campione comasco recentemente scomparso aveva conquistato il pass per le Olimpiadi di Tokyo nel 2019 con il “quattro di coppia” e i compagni ripetono che in barca, ai Giochi, saranno in cinque.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.