Le opposizioni criticano sindaco e giunta per il super lavoro del consiglio comunale a luglio

Consiglio comunale in sala Stemmi

Fusione tra Spt e Cpt, il consorzio pubblico dei trasporti, la transazione con Multi sulla Ticosa, la gestione di Villa Erba e l’appalto per il servizio di refezione scolastica che assicura polemiche per lungo tempo.
Quattro temi da “brividi” che il consiglio comunale affronterà nelle prossime sedute per arrivare, alla fine del mese di luglio, con un quadro delineato. Una tempistica serrata, da “straordinari” assicurati che però non piace proprio alle minoranze.
L’accusa non è o non sembrerebbe essere quella del dover lavorare troppo con l’estate che si avvicina ma tutt’altro.

L'ingresso di Palazzo Cernezzi
L’ingresso di Palazzo Cernezzi

«Troppi impegni in poche settimane, dopo mesi passati a tergiversare», dicono i capigruppo delle minoranze Stefano Fanetti (Pd), Vittorio Nessi (Svolta Civica) e Bruno Magatti (Civitas). «Una programmazione del tutto sballata – aggiungono i tre capigruppo – con provvedimenti pesanti da discutere, con tutte le polemiche che li seguono. E persino, ovviamente, il bilancio. Tutto entro luglio. Una vergogna. Invitiamo il sindaco e la giunta a ripensare gli ordini del giorno dei prossimi consigli comunali. Tutto questo è una vera vergogna. Lavorare così, soprattutto se si vuole scegliere il bene della comunità non ha senso. Ci sono argomenti talmente importanti che forse è meglio rinviarli di un mese o due, piuttosto che trattarli in fretta e male».
Intanto già domani sera l’assemblea di Palazzo Cernezzi dovrà votare la delibera proposta dall’assessore alla Pianificazione urbanistica di Palazzo Cernezzi, Marco Butti, che risolverà definitivamente il rapporto tra il Comune di Como e la Multi.
In caso di voto favorevole, l’area tornerebbe nelle mani del Municipio. Dopo l’ok della giunta, in settimana è arrivato anche quello della Commissione II, con un ampio assenso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.