Lega Pro, questa mattina l’assemblea per tracciare il futuro

Como Giana

C’è chi pensa che sia meglio interrompere tutto e subito e pensare al torneo 2020-2021 come il Calcio Como. Altri vorrebbero andare avanti ponendosi il limite della data del 30 giugno; ma non manca anche chi è disponibile a far scendere in campo le squadre eventualmente nei mesi di luglio e agosto pur di chiudere l’attuale stagione.
È un panorama decisamente variegato quello dei dirigenti della Lega Pro che questa mattina si riuniranno in streaming in una riunione coordinata dal presidente Francesco Ghirelli.
Al centro dell’attenzione la situazione d’emergenza legata al Coronavirus, con il campionato forzatamente interrotto e un cammino futuro tutto da definire, al pari delle situazioni economiche delle società, con i club alle prese con una congiuntura drammatica, al pari di quella vissuta da gran parte delle aziende di ogni settore.
Il Como non ha nascosto la sua posizione: «Siamo per l’interruzione, anche perché una eventuale ripresa sarà molto probabilmente a porte chiuse. Con la rinuncia agli incassi si andrebbe ad aggiungere una ulteriore perdita a quelle pesanti che già ci sono state – ha detto il direttore sportivo Carlalberto Ludi – Per l’intero sistema riteniamo che la soluzione migliore sia lo stop, con la pianificazione della stagione 2020-2021».
Una riunione molto attesa dunque, che sarà al centro dell’attenzione domenica dalle 17 nella trasmissione di Espansione Tv “La domenica del barbiere”. È infatti previsto un collegamento proprio con il presidente Ghirelli.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.