Legambiente, allarme microplastiche nei laghi lombardi

La Goletta dei Laghi

Si è conclusa la quattordicesima edizione di Goletta dei Laghi, la campagna di monitoraggio delle acque che ogni anno Legambiente effettua nei bacini lacustri italiani. Anche in questa edizione sono stati monitorati i principali laghi lombardi: Sebino, Lario, Ceresio, Varese, Verbano e Benaco. Il passaggio di Goletta ha posto l’attenzione sulla qualità delle acque dal punto di vista microbiologico, concentrando l’attenzione su scarichi abusivi, mancata depurazione e sull’erosione delle coste dovuta a speculazioni edilizie. La campagna, da qualche anno, si concentra anche sul monitoraggio delle microplastiche presenti nelle acque e delle macroplastiche spiaggiate. Goletta dei laghi, da sempre, offre uno spazio di riflessione sulle problematiche dell’ecosistema lacustre e mette in luce le migliori pratiche di gestione legate alla tutela e alla salvaguardia della biodiversità e delle coste lacustri. Per quanto riguarda la sponda comasca del Lario, che nei punti monitorati segna un miglioramento in media rispetto agli anni precedenti, Goletta Verde segnala in una nota ufficiale che “la maggior parte degli scarichi fognari del primo bacino sono convogliati verso i depuratori, purtroppo però, molti tratti di fognatura presentano tubazione in pessime condizioni che necessitano di essere adeguate e/o sostituite compresi molti tratti nella città di Como. Inoltre, molte delle reti sono di tipo misto e in caso di pioggia, l’acqua in eccesso viene dirottata direttamente a lago senza passare da alcuni impianti di trattamento”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.