Legno-arredo, Como seconda in regione per imprese

Salone Mobile 2021

A fine giugno 2021 le imprese lariane attive nel settore del mobile sono 1.045 (924 a Como e 121 a Lecco) e rappresentano l’1,6% delle aziende iscritte all’anagrafe della Camera di Commercio di Como-Lecco (il 2,2% comasche e lo 0,5% lecchesi). Circa 1 impresa su 4 di questo comparto in Lombardia è lariana; 1 su 3 opera in provincia di Monza (prima in Italia), Como è seconda e Lecco è 22esima.
All’inizio del 2016 la quota del comparto nel territorio lariano era pari all’1,8% (2,5% a Como e 0,6% a Lecco). Questo calo, dall’1,8 all’1,6%, è il primo dato che emerge dal report “L’andamento delle imprese e degli addetti del mobile nel periodo 2016 – 1° semestre 2021”, realizzato dalla Camera di Commercio di Como e Lecco e reso disponibile nei giorni del Salone internazionale del Mobile di Milano. Un ampio studio che dunque analizza i passaggi, le evoluzioni e anche i momenti di crisi del settore, avvenuti negli ultimi anni.
E continuando nel parallelismo ecco allora che rispetto a fine 2020, le imprese lariane del comparto sono diminuite dello 0,7% (-0,8% a Como, pari a 37 imprese in meno; restano invariate a Lecco), contro il -0,7% regionale e il -0,1% nazionale.
Occupazione
Sul fronte occupazionale il comparto dei mobili lariano, a fine giugno 2021, occupa 7.484 addetti, pari al 2,7% del totale della forza lavoro impiegata in loco. Quelli delle aziende comasche sono 7.007 (pari al 4% del totale provinciale), mentre le imprese lecchesi danno lavoro a 477 persone (0,5%). Rispetto al primo gennaio 2016, il numero degli addetti lariani è diminuito dell’8,7% (Como -6,4%, -480 persone; Lecco -33%, -235 unità), contro il -5,3% lombardo e il -1,9% italiano; analizzando il trend dei primi sei mesi del 2021 gli addetti delle aziende lariane sono calati dello 0,6% (Como +0,1%, +5 lavoratori; Lecco -9,5%, -50 unità), contro il -0,1% della Lombardia e il +0,4% dell’Italia. Sempre a fine giugno 2021, Como si posiziona al quarto posto nella graduatoria nazionale e al primo di quella regionale per quota di addetti del comparto mobili rispetto al totale dei lavoratori delle aziende provinciali, mentre Lecco è 37esima in Italia e quinta in Lombardia (dietro a Como).
Il settore del mobile ha un forte peso nell’ambito dell’artigianato lariano. Le aziende artigiane attive nel comparto a fine giugno 2021 sono infatti 747 (di cui 653 a Como e 94 a Lecco), pari al 3,1% delle 23.817 imprese artigiane iscritte all’anagrafe camerale (rispettivamente 4,3% e 1,1%). A fine giugno 2021, Como è seconda nella graduatoria regionale e nazionale per quota di imprese artigiane del comparto mobili rispetto al totale delle attive (sempre dietro a Monza Brianza). All’inizio del 2016 le due province lariane occupavano il secondo e il 28esimo posto in Italia.
Export
Il totale delle esportazioni lariane realizzate nel primo trimestre 2021 ammonta a quasi 2,5 miliardi di euro e il comparto dei mobili ne rappresenta il 6,8%, per complessivi 168,2 milioni di euro. La crescita rispetto al primo semestre 2020 è stata di 17,9 milioni di euro (+11,9% a fronte del +1,2% dell’intero export). Rispetto alla media trimestrale del 2019, il dato del primo trimestre 2021 risulta inferiore dell’8,9% (pari a una differenza di 16,5 milioni di euro), mentre quello complessivo è in calo del 3,5%. In provincia di Como l’export del settore è pari al 12% del totale (+18,5 milioni di euro, +12,9% nei confronti dei primi tre mesi del 2020; export complessivo -1,6%) e rappresenta il 25,2% delle esportazioni regionali del comparto; a Lecco la quota delle esportazioni di questo settore è dello 0,6% e le stesse sono diminuite del 7,8% (contro il +4,9% dell’export complessivo), pari a -0,5 milioni di euro; la quota dell’export di mobili lecchese sul totale regionale è pari all’1%. Rispetto alla media trimestrale 2019 entrambe le province lariane registrano cali dell’export del settore mobili (Como -8,2%, pari a -14,4 milioni di euro; Lecco -24,5%, ovvero -2,1 milioni di euro), mentre l’export complessivo diminuisce solo a Como (-6,2% contro il +0,1% di Lecco).
Import
Il totale delle importazioni lariane realizzate nel primo trimestre 2021 ammonta a quasi 1,5 miliardi di euro e il comparto mobili ne rappresenta l’1,2% (con un incremento del 16,9% a fronte del +6,3% dell’intero import), pari a 2,5 milioni di euro.
In provincia di Como il “peso” del settore è pari al 2% del totale (il valore assoluto cresce di 2,2 milioni di euro nei confronti dei primi tre mesi del 2020: +15,2%; l’import complessivo aumenta del 3,6%) e rappresenta il 12% delle importazioni regionali del comparto; a Lecco quelle di questo settore rappresentano lo 0,1% del totale (il valore assoluto cresce di circa 330.000 euro, +62,1%, contro il +10% dell’import complessivo). La quota sul totale regionale dell’import di mobili è pari allo 0,6%. Sia le importazioni complessive che quelle del comparto mobili risultano superiori anche alla media trimestrale 2019 per entrambe le province lariane: l’import del settore mobili a Como registra un +18,8%, pari a +2,6 milioni di euro; a Lecco un +217,7%, pari a +0,6 milioni di euro; le importazioni complessive rispettivamente +10,5% e +8,9%.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.