Lesioni e resistenza, condannato Anzani

TRIBUNALE
È stato condannato a cinque mesi, pena sospesa, l’avvocato Alberto Anzani, accusato di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. La sentenza pronunciata ieri in Tribunale a Como si riferisce a un episodio avvenuto nel dicembre del 2008. Risarcite le vittime, tre carabinieri che, secondo l’accusa, sono stati aggrediti dallo stesso Anzani e hanno riportato contusioni e traumi con prognosi fino a 20 giorni. Anzani è molto noto in città anche per l’impegno nel sociale e per l’attività di scrittore e regista. «Quella sera Anzani è intervenuto nell’esercizio dell’attività difensiva – dice uno dei suoi legali difensori, Edoardo Pacia – Ci aspettavamo un’assoluzione. Non c’è stata, ma l’episodio è stato comunque ridimensionato. Tutti hanno compreso il contesto e la situazione nata da una dimensione spiacevole ma non certo criminosa. Aspettiamo di leggere le motivazioni, poi ricorreremo in Appello».

Anna Campaniello

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.