Libertas, 29 punti di Motzo: ma non basta contro Castellana

Castellana Grotte - Cantù Libertas

Non basta la nuova prestazione super del giovane opposto Motzo (29 punti dopo i 30 di Brescia) al Pool Libertas Cantù per avere ragione di Castellana Grotte. Indisponibili Matteo Bertoli e Luca Butti, senza poter schierare il nuovo acquisto Viiber (si trattava di un recupero) e con Romolo Mariano in campo ma a mezzo servizio, la squadra di coach Matteo Battocchio cede 3-1.
In Puglia festeggia l’eterno Roberto Cazzaniga, opposto di 41 anni, cresciuto tra Monza e Milano, sponda Asystel, ancora capace di mettere a terra 18 palloni.
Castellana Grotte che conta altri ex Superlega come Patriarca, Rosso e mattatori del campionato di A2 degli ultimi anni come Garnica e Ottaviani vince anche grazie alla maggiore esperienza.
«La Bcc è una squadra che, al netto delle partenze, ha comunque dei giocatori fortissimi ed è di alta classifica. Si sono tirati fuori da soli dopo il primo set battendo bene, costringendoci a stare lontano da rete, e quindi abbiamo fatto un po’ più di fatica a mettere la palla a terra – ha commentato al termine del match coach Battocchio – La mia squadra, però, gioca molto bene, sta crescendo tanto come personalità, ma oggi non è bastato». Domenica Cantù sarà ancora in campo contro Siena alle 18 a Casnate con Bernate.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.