Lido di villa Olmo, lavori ormai finiti. Riapertura prevista la prossima settimana

Il Lido Villa Olmo in una foto degli anni passati

L’estate sembra finalmente arrivata, le temperature di questi giorni lo dimostrano, e i comaschi potranno tornare a breve a prendere il sole e a fare il bagno nel lido cittadino in riva al lago. Il bar ha già riaperto e la prossima settimana toccherà al Lido di Villa Olmo.
Oggi intanto la parte della spiaggia era ormai completata grazie all’aggiunta di altra sabbia e con la riparazione della doccia.
I lavori per sistemare la struttura, chiusa ormai da oltre un anno, procedono dunque a ritmi spediti.
Si stanno per concludere gli interventi di riparazione della piscina e del vialetto di ingresso della struttura. «La prima parte su cui si è intervenuti proprio per dare il prima possibile un servizio pubblico è stato il bar – dice Maurizio Locatelli, gestore lido di Villa Olmo – Nel frattempo abbiamo lavorato sull’arenile e adesso ci concentriamo sulla vasca che riaprirà settimana prossima». A settembre, a chiusura della stagione, si dovranno invece mettere in cantiere altri lavori di cui la struttura necessita.
Si tratta di interventi meno urgenti ma che richiedono tempi più lunghi. La cifra complessiva dei lavori ammonta a poco meno di 200mila euro. Intanto per l’estate 2019 si preannuncia un leggero aumento dei prezzi di ingresso: 50 centesimi in più. Il biglietto potrebbe costare 8 euro e 50. Al momento l’unica preoccupazione è legata all’indagine delle fiamme gialle che riguarda alcuni bandi di Palazzo Cernezzi, tra cui anche la gara per la concessione del lido di Villa Olmo. Sulla possibilità di un’eventuale chiusura del lido, qualora l’inchiesta riscontrasse delle irregolarità, Locatelli dice «sono contento che si faccia chiarezza completa su queste vicende», spiega sempre il gestore del lido di Villa Olmo, Locatelli.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.