Lite tra vicini, indagato 65enne: «Siete come la Merkel»

Cancelliera Merkel

«Siete come la Merkel». Evidentemente ritenendo il riferimento alla cancelliera tedesca come un insulto. C’è anche questa frase tra quelle comprese nelle ipotesi di reato a carico di un 65enne di Como, finito con l’essere iscritto sul registro degli indagati con l’ipotesi di reato di stalking.

Tensioni iniziate nel 2016

I fatti sarebbero iniziati nel 2016 e proseguiti fino ai giorni scorsi. La lite avrebbe riguardato due diversi nuclei familiari residenti in centro a Como. Secondo quanto sostenuto dalla Procura, che nelle scorse ore ha chiuso le indagini notificando l’avviso di garanzia al 65enne di Como, l’uomo avrebbe minacciato e ingiuriato i vicini, molestandoli e rendendo loro impossibile la vita. Il riferimento alla Merkel sarebbe probabilmente nato dall’origine tedesca dell’uomo della coppia. Ma l’indagato avrebbe aggiunto altro, ingiurie definite dal pm «a sfondo razziale»: «Siete come gli zingari, non contate nulla, dovete andare via».

Gli episodi

In un episodio, il 65enne avrebbe anche cercato di venire a contatto con l’uomo dell’altro nucleo familiare, togliendosi la mascherina protettiva da Covid e avvicinandosi in modo minaccioso all’avversario: affronto che non sarebbe degenerato per l’intervento di una terza persona. Tra le ipotesi di reato anche una portiera sbattuta contro la gamba del rivale, e l’aver impedito al fidanzato della figlia dei vicini di casa di poter parcheggiare l’auto all’interno dello spazio condominiale.

Tre settimane di tempo

Fatti che sono stati messi uno in fila all’altro e che sono stati racchiusi nelle ipotesi di reato notificate all’indagato, che ora avrà tre settimane di tempo per fornire – tramite il proprio avvocato – la propria versione dei fatti.
Solo in seguito la Procura deciderà se chiedere o meno il giudizio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.