Lutto nel mondo della gastronomia: oggi a Orsenigo l’ultimo addio allo chef Cesare Chessorti

Cesare Chessorti

Se ne è andato Cesare Chessorti, colonna della gastronomia lariana, animatore di rassegne come Ristorexpo e la Sagra di Sant’Abbondio, ma soprattutto maestro degli chef a venire. Cesare Chessorti si è spento venerdì all’ospedale Valduce di Como dopo una lunga malattia, l’ultimo saluto oggi, lunedì 31 maggio, alle 14.30, al cimitero di Orsenigo.

È listata a lutto la pagina Facebook dell’associazione “Cuochi di Como”, di cui è stato presidente per otto anni, e la cui bacheca si va riempiendo di immagini che lo ritraggono sorridente con il suo immancabile cappello, circondato da amici e aspiranti cuochi. Tutti lo ricordano con affetto e ne lodano la passione per il lavoro, lo spirito goliardico, la serietà e la dedizione con cui trasmetteva il suo sapere.

Esempio nel coniugare tradizione e innovazione, Cesare Chessorti è stato uno sperimentatore che non ha mai dimenticato i sapori delle sue origini. Ne abbiamo avuto innumerevoli saggi anche sulle pagine del Corriere di Como, grazie alle ricette che Cesare Chessorti regalava all’inserto “Le vie dei golosi”, cui per anni ha contribuito. Lo si vedeva bene anche nella preparazione dei menu della sagra di Sant’Abbondio che perde una delle sue anime.

Nato a Lecco nel 1954, Chessorti cominciò la sua carriera di cuoco in una gastronomia di Erba per poi approdare al Grand Hotel Villa d’Este e diventare executive chef al ristorante del Casinò di Campione d’Italia. Numerosi i riconoscimenti, tra cui quello di Maestro di Cucina per la Federazione Cuochi. Nel 2013 gli fu conferito il titolo di Cavaliere del Lavoro.
«Quando non lavoro mi dedico ai giovani cuochi della scuola di cucina, che poi si misurano in concorsi nazionali e internazionali», disse in un’intervista al Corriere di Como.
«Sono molto soddisfatto – aggiunse – perché abbiamo ragazzi che hanno voglia di imparare». Grazie chef, per quello che hai insegnato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.