Ma in via Turati gli alloggi sfitti sono una quindicina

alt Appartamenti vuoti
«Più a lungo queste case rimangono vuote, maggiore è la necessità di manutenzione»

(f.bar.) Ciò che più colpisce è osservare il numero di alloggi sfitti. Nel complesso di edilizia popolare di via Turati 35, decisamente in migliori condizioni rispetto a via San Bernardino da Siena e via Cosenz, sono una decina le abitazioni vuote. Tapparelle serrate, nessun condomino all’orizzonte e spese che in ogni caso si accumulano per garantire un minimo di manutenzione. È quanto accade in buona parte dei condomini di proprietà comunale.
«E purtroppo più a lungo tali case rimangono

vuote, maggiore è la necessità di mantenerle in buone condizioni per evitare che si deteriorino», dice Rosalia Grigioni , nata e cresciuta in via Turati. E in città soltanto il 29% del patrimonio pubblico abitativo di Como non necessita di manutenzioni più o meno pesanti. Locali vuoti che si accompagnano a vecchi problemi ancora irrisolti.
«Dobbiamo provvedere a tutto noi. Dalla manutenzione degli stabili, alla cura del verde», dice Fabio Gerli che da due anni si occupa dei giardini. Gli abitanti vogliono avere delle risposte. «Chiediamo un incontro con l’assessore Iantorno per fare il punto della situazione», dice Amedeo Guzzoni, uno dei residenti.
«Almeno intervengano per eliminare la vegetazione incolta cresciuta negli anni – conclude il signor Amedeo – anche perché noi paghiamo regolarmente gli affitti».
Poco distante da via Turati, in via Spartaco la situazione negli alloggi popolari non è certamente delle migliori. Proprio qui, a metà settembre, una residente segnalò la presenza di grossi ratti. Una situazione insostenibile alla quale la donna cercò di porre rimedio, in maniera provvisoria, utilizzando vecchie trappole a molla. «Fortunatamente negli ultimi tempi il problema non si è più ripresentato», ha detto ieri mattina la diretta interessata. A una prima occhiata, infine, ciò che più colpisce è la mancanza di ordinaria manutenzione. A partire dal taglio delle piante.

Nella foto:
Le condizioni dello stabile di via Turati 35 sono migliori rispetto ad altre strutture

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.