Maglia: «Alla Sighignola possiamo organizzare corsi di sci in sicurezza»

Sci Pista della Sighignola

Una valutazione caso per caso delle reali condizioni di sicurezza.
È la richiesta di Tino Maglia, gestore dell’impianto della Sighignola in Alta Valle Intelvi, l’unico che potrebbe essere attivo in provincia di Como.
«Qui a Lanzo Intelvi non abbiamo né seggiovia né cabinovia – spiega Tino Maglia – ci sono lo skilift e il tappetino per la risalita, potremmo tranquillamente garantire il distanziamento organizzando le file senza che si formino code o assembramenti».
«Credo che occorra fare una valutazione specifica – precisa il gestore – visto che togliamo la possibilità soprattutto ai bambini e ai ragazzi che hanno a disposizione questo unico impianto in tutta la provincia di Como, di poter fare almeno un corso di sci: con 50 ragazzi distribuiti e affidati a 10 maestri, quale pericolo ci sarebbe?».

«Siamo fermi da agosto – dice preoccupato Maglia – è un momento critico e i ristori, se ci saranno, quando arriveranno? Io chiedo al sindaco, al prefetto, al rappresentante della Comunità montana di venire a verificare con i propri occhi com’è la situazione qui, in questa zona i contagi sono contenuti e l’attività con i più giovani si può riprendere in sicurezza».
«Almeno il sabato e la domenica si potrebbe riaprire l’impianto – rimarca Maglia – si scia con casco, foulard, guanti, il contatto non c’è, inoltre nei ristoranti si può bere tranquillamente il tè sulla terrazza senza alcun assembramento».
«Le misure di chiusura sono previste almeno fino al 15 febbraio, quando ormai la stagione è finita – conclude il gestore – io credo che in un piccolo contesto come il nostro non si faccia certo fatica fatica a stabilire le regole e a farle rispettare».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.