Maltempo sul Lario: condizioni di instabilità per il ponte del 25 aprile

Pioggia

Allerta per temporali e vento forte sul Lario: dopo una settimana di sole e temperature gradevoli, il maltempo torna a colpire la provincia di Como. La protezione civile di Regione Lombardia ha diramato l’avviso di criticità ordinaria, codice giallo, su Lario e Prealpi. Già attiva l’allerta per rischio idraulico per i comuni del nodo idraulico di Milano, che comprende anche alcuni paesi della provincia di Como. Sorvegliati speciali per possibili esondazioni i fiumi Lambro e Seveso. La condizione di instabilità, associata a una circolazione ciclonica che continuerà a convogliare sulla regione un flusso di correnti umide dai quadranti meridionali, dovrebbe continuare fino a venerdì.

Sulla Lombardia, dunque, tempo instabile con frequenti annuvolamenti, precipitazioni e rinforzi del vento. Sono queste le previsioni di Arpa Lombardia per il ponte del 25 aprile. Nel weekend, condizioni di variabilità con ampi tratti soleggiati e scarsa probabilità di pioggia nella giornata di sabato 27, mentre domenica 28 aprile precipitazioni possibili ovunque ma più probabili sulla parte centrorientale della regione, in particolare nella notte e al mattino. Temperature minime in graduale calo, sempre secondo Arpa, massime stazionarie. Lunedì ampie schiarite sulle zone occidentali, annuvolamenti con occasionali rovesci sui settori orientali.

Le correnti umide e instabili determinano condizioni di tempo perturbato anche sulle montagne lombarde, con precipitazioni diffuse e apporti fino a 20-50 cm di neve fresca. Il forte vento in quota contribuirà alla formazione di nuovi accumuli e lastroni di neve recente – più evidenti sotto le creste principali, in conche e avvallamenti – che potranno cedere spontaneamente, mentre a quote medie-basse la pioggia continuerà ad appesantire e indebolire il manto nevoso. Attenzione, quindi, al pericolo valanghe che nei prossimi giorni sarà di grado 3 marcato, in particolare su Alpi Retiche, Orobie e Adamello.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.