Mancate quote per il canone d’affitto. Il Comune sollecita il Calcio Como

Stadio Sinigaglia veduta aerea

Confronto serrato tra Comune e Como 1907. Incontro tra la società e Palazzo Cernezzi con l’obiettivo di trovare la quadra sui debiti e per fare il punto su alcuni aspetti del contratto per la concessione dello stadio Sinigaglia.
La società lariana utilizza l’impianto – costruito nel 1927 – come sede del club durante la settimana e alla domenica per gli incontri della formazione azzurra, che milita nel campionato di serie D.
«I delegati del Como 1907 e i tecnici comunali si sono incontrati nello scorso mese di dicembre per regolarizzare il contratto» spiega l’assessore al patrimonio di Palazzo Cernezzi, Francesco Pettignano.
«La società aveva assicurato che avrebbe provveduto al pagamento dei mancati versamenti entro la metà di gennaio» aggiunge l’esponente della giunta di Palazzo Cernezzi. Ad oggi, però, fa sapere l’assessore, «nessun versamento è stato ancora effettuato».
Si tratta delle quote relative al canone d’affitto per la concessione dello stadio Sinigaglia. «Il saldo si riferisce al semestre dello scorso anno – spiega Francesco Pettignano – e la cifra si aggira attorno ai 15mila euro».
Nell’estate del 2018 il Comune aveva rinnovato per altri due anni la concessione dello stadio alla società calcistica. «Gli uffici competenti sono stati allertati – conclude l’assessore – e manderanno alla società un sollecito».
«Pagheremo regolarmente il saldo alla fine del campionato – chiarisce Roberto Felleca, comproprietario del Como 1907 con Massimo Nicastro – Anche lo scorso anno abbiamo fatto in questo modo».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.