Maratona in museo nel segno di Plinio

plinio-il-vecchio

Fonte inesauribile di conoscenza e meraviglia, Plinio il Vecchio viene finalmente celebrato con una iniziativa originale che invita tra l’altro a rileggerlo in latino. Sabato 13 aprile alle 15.30, al Museo Giovio di piazza Medaglie d’Oro a Como, si terrà la presentazione del volume – edito da NodoLibri – Plinio il Vecchio. L’eredità di un illustre comasco scrittore, naturalista, ammiraglio.

Con Luigi Picchi, autore della biografia del nostro illustre antico concittadino, dialogheranno Giancarlo Frigerio (presidente della Società Archeologica Comense) e Fabio Cani (storico ed editore). Nelle sale del Museo, inoltre, Mariellina Confalonieri, Claudia Gandini e Giorgio Tettamanti leggeranno brani originali in latino tratti dalla Naturalis Historia, l’opera più famosa del comasco Plinio il Vecchio. Ingresso libero.
Plinio il Vecchio, l’uomo biblioteca, amò una sola donna, la Natura, che divenne ben presto la sua musa, e poi amò l’Impero, Roma e scrisse, scrisse perché nulla andasse perduto.

Così la Naturalis Historia è diventato un libro fondamentale per la cultura occidentale, prima di tutto per gli scienziati, gli storici e gli eruditi, ma poi anche per i poeti, gli oratori, i pittori, gli artisti. Plinio, antico patriarca del sapere (ma è concettualmente sbagliato confonderlo con la moderna Wikipedia, frutto del lavoro di tante oscure mani), è quasi un personaggio “borgesiano”, e Picchi con il suo libro ce lo rende amico in un modo coinvolgente e godibile (nella foto, il sipario del Teatro Sociale che racconta la morte di Plinio durante l’eruzione del Vesuvio).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.