Marco Brenna, arte all’Aero Club

Mostra di pittura nell’hangar del capoluogo
Le tecniche miste di Marco Brenna (foto) animeranno da domani (inaugurazione alle 18.30, apertura fino al 21 ottobre, orario tutti i giorni 9-18), uno dei luoghi simbolo del Razionalismo architettonico comasco, l’hangar dell’Aero Club di viale Puecher a Como. Non nuovo a iniziative artistiche e culturali, lo spazio che di solito, e da 82 anni, ospita macchine volanti si aprirà alla loro rappresentazione pittorica grazie a una delle più interessanti voci della pittura comasca. Che ora
con una sorta di triplo salto mobilita la propria arte per un omaggio multiforme al Lario e alle sue eccellenze: il luogo che lo ospita (l’hangar), il paesaggio lacustre e i monumenti del capoluogo lariano. Non è la prima volta che Brenna si dedica a questi temi con i suoi lavori su carta. Ha già proficuamente lavorato lo scorso anno con i maestri dell’architettura razionalista con una personale allo spazio “Ratti Flora” di Como dedicata ai monumenti del ’900 comasco. Ora sorvola di nuovo l’argomento a bordo degli idrovolanti per dare ancora voce alla Como che sogna da sempre, metafisica e sospesa nel tempo. Brenna è nato a Como nel 1972. Interessante nei lavori che si vedranno all’hangar è la compresenza di aerei in primo piano, specie quando galleggiano sulle acque in arrivo o in partenza, e di aerei in volo, pronti a sorvolare monumenti insigni del Razionalismo come il Monumento ai Caduti di Giuseppe Terragni.

Lorenzo Morandotti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.