Marijuana, semi e piante in serra: arrestato “coltivatore” 20enne

Carabinieri

Una serra per coltivare piante di marijuana, con fertilizzanti e apposite lampade per accelerare la crescita degli arbusti.
Semi da piantare e dosi di stupefacente già essiccato e pronto per l’utilizzo.
È quanto hanno trovato i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Como in una casa di Lipomo, in via Fornace.
In carcere, accusato di produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, è finito un 20enne del paese.
L’arresto è stato eseguito in flagranza di reato, subito dopo una perquisizione effettuata nella casa abitata dal ragazzo.
I militari dell’Arma hanno infatti rinvenuto, nella serata del 6 luglio, 37 grammi di marijuana già suddivisa in dosi, ma anche una serra in alluminio – corredata da una lampada apposita per scaldare l’ambiente e ottimizzare la crescita delle essenze – che conteneva due piante di canapa indiana dell’altezza di circa un metro l’una.
Il 20enne aveva anche 33 semi sempre di marijuana (che aveva riposto in un barattolo) e 620 euro in contanti, denaro che i carabinieri ritengono essere provento dell’attività illecita.
Lo stupefacente e i soldi sono stati posti sotto sequestro.
La segnalazione è stata girata al sostituto procuratore di turno a Como, il pm Antonio Nalesso, che ha aperto un fascicolo sull’accaduto.
Il ragazzo è stato portato in carcere al Bassone e nelle prossime ore verrà sentito dal giudice delle indagini preliminari, a cui potrà raccontare la propria versione in merito a quanto gli viene contestato dalla Procura lariana.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.