Mario Landriscina: «Dalla tassa di soggiorno risorse per tutti». Ma nel capoluogo non tornano i conti per i B&B

Como caos nel giorno del sabato santo , lungo lario trieste code per la funicolare. Turisti

Boom di turisti in città in questo inizio di primavera? Secondo il primo cittadino di Como, Mario Landriscina, anche i proventi della tassa di soggiorno dovrebbero superare la quota del 2018. «Una significativa quota di queste risorse è vincolata a investimenti per migliorare la città – spiega Landriscina – e sappiamo che c’è ancora molto lavoro di fare».
Tra le entrate delle tasse di soggiorno non tutti sarebbero così virtuosi nel versare il dovuto in Comune. «Non è un problema degli alberghi, ma piuttosto dei tanti B&B. Non tutti stanno per ora ai patti – dice Landriscina – C’è anche chi ha avviato da poco l’attività, confido che ci sarà presto un allineamento».
Riguardo la partenza record della stagione, il sindaco spiega come il turismo faccia parte da sempre della storia di Como.
«Stiamo lavorando su alcune idee per rendere ancora più attrattiva la città – dice Landriscina – L’effetto dei film e delle altre iniziative di Villa Olmo è innegabile. Siamo soddisfatti per l’allungamento della stagione turistica, che rimane uno degli obiettivi della giunta. Abbiamo poi la fortuna di vivere in una città sicura. Sappiamo anche che non ci si deve sedere troppo sugli allori. Si tratta di un settore in continua mutazione. Il rapporto con le categorie è fondamentale, con albergatori, commercianti e con chi fornisce servizi. In questa direzione anche l’ultimo accordo per i taxi credo sia importante».
«Con grande piacere, Como si conferma anche per le feste pasquali, meta ambita per italiani e stranieri anche grazie ad una congiuntura di calendario piuttosto rara ed estremamente favorevole – spiega l’assessore comunale al Turismo, Carola Gentilini – Speriamo che questo sia il preludio di una nuova stagione turistica molto intensa. Saranno numerose e interessanti le iniziative in città per tutti» conclude l’assessore.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.