Marturano e Gasparini: oggi la sfida tricolore nel Vicentino

Greta Marturano Valencia

Ultimo impegno della stagione per le cicliste Elite comasche, Greta Marturano e Alice Gasparini. Non una gara qualunque, ma una delle più importanti della stagione, con il calendario ridisegnato per l’emergenza sanitaria.
Greta e Alice oggi sono in corsa a Breganze, in provincia di Vicenza, nella gara che assegna il titolo tricolore 2020 su strada.
Il percorso è stato disegnato con un circuito che prevede cinque tornate di 23,6 chilometri tra i comuni di Breganze, Colceresa e Fara Vicentino. Il tracciato prevede l’impegnativa ascesa sino a Salcedo: una salita di 4,5 chilometri con pendenze che superano in diverse occasioni anche il 10%. L’arrivo sarà a Breganze nella zona del palazzetto dello sport.
Le due atlete lariane arrivano a questo evento dopo una stagione dai differenti risvolti. Nel complesso positiva per Marturano, meno per Gasparini.
Greta Marturano, classe 1998, portacolori del team Top Girls Fassa Bortolo, ha iniziato il 2020 con un ottimo risultato, la conquista della maglia di miglior giovane nella classifica finale di una corsa a tappe, in Spagna, alla Setmana Ciclista Valenciana, nella foto. Poi, dopo il lockdown, la ripartenza con una serie di buoni piazzamenti, la vittoria di una tappa al Giro della Marche e la partecipazione al Giro Rosa Iccrea, che ha portato a termine al 60° posto, a 51’30’’ dalla vincitrice, l’olandese Anna Van Der Breggen.
Al Giro c’era anche Alice Gasparini, che però non ha visto il traguardo finale. La 23enne di Bizzarone è stata costretta allo stop forzato dopo essere finita fuori tempo massimo nella terza tappa, la Santa Fiora-Assisi.
Nella prima parte dell’anno Gasparini non ha gareggiato, visto i programmi della sua squadra, l’Eurotarget-Bianchi-Vittoria dell’ex “Pro” Giovanni Fidanza, prevedevano l’esordio in primavera; poi lo stop forzato e una ripresa che non è stata semplice dopo mesi di allenamenti in casa che Alice ha patito più delle sue colleghe.
Le prestazioni in gara ne hanno risentito e ora la speranza della comasca è di riprogrammare la preparazione e di ripartire nel 2021 con ancora maggiore determinazione.
Alice in ogni caso ha ottenuto lo stesso una bella vittoria in marzo, laureandosi in videoconferenza in Scienze motorie all’Università dell’Insubria.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.