Maturità, il consiglio della nutrizionista: «Idratatevi, dormite e fate colazione»

studenti scuola

Una buona colazione, un’idratazione corretta e un adeguato riposo. Anche questi tre principi possono aiutare chi si appresta ad affrontare l’esame di Maturità in questi giorni di temperature elevate. Lo spiega bene la nota biologa nutrizionista comasca Francesca Noli. 
«L’esame scritto dura diverse ore, quindi si deve sicuramente assicurare una buona idratazione – spiega Francesca Noli – consiglio di portare un contenitore che mantenga fresca l’acqua per un po’ di tempo. Lo stesso vale anche per la prova orale, quando lo studente è chiamato a parlare per parecchi minuti. Meglio prepararsi in anticipo». Frutta e verdura sono ottimi alleati pure in questo periodo, grazie anche al loro alto contenuto in acqua. 
«Potrebbe essere un’idea portare anche della frutta a scuola, semplice da gestire come albicocche, una banana oppure mandorle e arachidi» prosegue la nutrizionista e autrice comasca.
Per quanto riguarda i pasti, ricordarsi sempre di iniziare la giornata con una buona colazione . «Deve essere energetica e non appesantire – sottolinea – è preferibile assumere yogurt con  pane, fette biscottate o muesli, miele e confetture di frutta, o frutta fresca. A pranzo o a cena prevedere almeno un primo piatto seguito da un secondo alternando pesce, carne, uova, formaggi freschi e legumi. Come snack, al mattino o al pomeriggio, frutta o cracker».
Un ultimo consiglio?
«Riservare un buon numero di ore al sonno. Perché studiare 12 ore di seguito non rende come 12 ore divise in più giorni. Questo i ragazzi devono ricordarlo sempre», conclude Francesca Noli. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.