Mauri e Sodini: «Nessuna scorciatoia per i playoff: dobbiamo lottare»
Sport

Mauri e Sodini: «Nessuna scorciatoia per i playoff: dobbiamo lottare»

Cantù non ha troppo tempo per leccarsi le ferite dopo la sconfitta rimediata domenica a Capo d’Orlando: già domani i brianzoli tornano in campo nell’ultima gara delle regular season. Alle 20.30 al PalaDesio è ospite Brindisi. I brianzoli sono settimi in classifica alla pari con Bologna e ad un turno dalla fine hanno una vittoria di vantaggio su Cremona e Sassari. Le combinazioni per l’ultimo turno sono molte. Per la squadra di coach Marco Sodini meglio evitare calcoli e vincere contro i pugliesi.

«Quella con Brindisi è una gara decisiva, una ulteriore battaglia di questa stagione emozionante – afferma Andrea Mauri, amministratore delegato della società brianzola – Mi sento in dovere di ringraziare i tifosi e di richiedere ancora una volta il loro supporto e il loro calore che in questo anno ci hanno più volte dimostrato, aiutandoci spesso ad affrontare le grandi sfide, come a Firenze o durante il derby casalingo con Milano».

«Ci troviamo adesso alle porte di una gara che potrebbe regalarci i playoff, sarebbe un altro grande traguardo che Cantù non raggiunge da qualche stagione» aggiunge. Mauri si rivolge direttamente ai sostenitori della formazione brianzola: «A tutti chiedo di partecipare con entusiasmo contro Brindisi per supportare la nostra squadra ed i nostri colori. Da parte della società e di tutto il team c’è la massima volontà di raggiungere l’obiettivo playoff e di regalare al nostro pubblico altre avvincenti sfide».

L’allenatore Marco Sodini, dal canto suo, archiviato lo stop di Capo d’Orlando, guarda al match con i pugliesi. «Nell’ultima partita Brindisi ha raggiunto la salvezza matematica ma sarebbe sbagliato pensare di affrontare una squadra senza motivazioni – afferma il tecnico – tutti i giocatori sono professionisti e sicuramente verranno da noi con la mente sgombra, con l’in – tenzione di non fare una brutta figura. Non abbiamo scorciatoie per i playoff: dovremo lottare. Evidentemente siamo nati per soffrire».

Cantù, nel dubbio, dovrà disputare l’ennesima grande partita della stagione. «Quello che deve fare la differenza, da parte nostra, sono le motivazioni. In passato, quando abbiamo avuto pressioni abbiamo sempre risposto bene – sono le parole del coach – Voglio giocare una gara aggressiva, non possiamo ripetere la partita di Capo d’Orlando. Contro Brindisi invece dovremo giocare con i nostri ritmi e con le nostre caratteristiche». Il primo obiettivo è lasciarsi alle spalle lo stop rimediato in terra siciliana. «Siamo arrabbiati – conclude Marco Sodini – l’importante però è prenderci sempre le nostre responsabilità. Cancelliamo questa partita, non possiamo permetterci alternative e concentriamoci solo sul match con Brindisi».

8 maggio 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto