Mauro Bressan racconta la sua verità

Calcio truccato – L’ex capitano del Como ha spiegato al giudice i rapporti con due indagati ed è tornato libero
«Non ho fatto nulla che possa essere usato come prova contro di me»
Mauro Bressan (foto) racconta la sua verità. L’ex capitano del Como, coinvolto nell’inchiesta sul calcio truccato, da venerdì scorso è libero. Il giudice gli ha revocato gli arresti domiciliari. «Mi dispiace – dice – che l’immagine che ho costruito in tanti anni di carriera venga messa in discussione. Non sono un delinquente e non ho fatto nulla che possa essere usato come prova contro di me». In particolare, l’ex azzurro racconta di aver spiegato al magistrato di conoscere due persone tra quelle coinvolte nelle indagini: «In mezzo, c’è una telefonata: ho spiegato qual era il mio rapporto con queste due persone».
Leggi l’articolo di Bambace in CRONACA

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.