Maxi evasione nell’edilizia, comasco indagato

Guardia di finanza

Maxi evasione fiscale nel mondo dell’edilizia: c’è anche un comasco tra le persone coinvolte in un’operazione della guardia di finanza di Bergamo. Nel mirino un’impresa di Telgate, che ha lavorato con oltre 270 dipendenti in diversi cantieri tra la Lombardia, il Veneto, il Trentino Alto Adige, la Liguria e l’Emilia Romagna. L’ordinanza di custodia cautelare è per tre persone, due in carcere e una ai domiciliari. Altrettanti sono gli indagati e tra questi c’è appunto un comasco. Sequestrati beni per oltre 2,3 milioni di euro. L’impresa, secondo l’accusa, a fronte di un fatturato di oltre 8 milioni di euro, non avrebbe presentato le dichiarazioni fiscali né versato le imposte. La società, dopo due anni sarebbe stata messa in liquidazione. Il comasco sarebbe stato uno dei prestanome dei presunti responsabili.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.