Mercato dei cambi stabile nell’ultima settimana, ma il franco svizzero rosicchia comunque 3 decimali all’euro

Il grafico del cambio euro-franco svizzero nell'ultima settimana

Il mercato dei cambi chiude un’altra settimana senza particolari scossoni: euro e franco svizzero restano infatti – più o meno – sui livelli degli ultimi mesi, con la moneta elvetica che, rispetto a otto giorni fa, recupera meno di tre decimali terminando la sua corsa a 1,07765 (contro 1,0805).

In realtà, a metà settimana il franco svizzero era riuscito a rosicchiare qualcosina in più, arrivando sino a 1,0742, ma negli ultimi due giorni la moneta unica ha ripreso fiato, spinta anche dall’intesa del Consiglio d’Europa sulla distribuzione dei fondi del Recovery Plan e dal passo indietro di Ungheria e Polonia sul possibile veto al bilancio dell’Unione.

Ci si avvia quindi a una fine d’anno nel segno della stabilità. Le due monete non muovono in modo significativo il rispettivo fixing da sei mesi.

L’euro ha toccato il minimo dell’anno il 23 aprile a 1,0511, e ha raggiunto il massimo del 2020 invece il 6 giugno a 1,0866. Da allora gli scostamenti sono stati minimi, anche perché il mercato ha spostato la sua attenzione sul dollaro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.