Migranti, altri 70 lasceranno domani via Regina
Cronaca

Migranti, altri 70 lasceranno domani via Regina

Con le presenze ridotte all’osso sembra avvicinarsi la chiusura della struttura

Decine di migranti, almeno una settantina secondo le ultime informazioni, saranno spostati domani dal centro di via Regina Teodolinda a Como a strutture di altre città del nord e centro Italia. Il trasferimento in massa potrebbe essere un primo passo verso l’ipotesi di chiusura del campo, gestito dalla Croce Rossa.

Dalla Prefettura non sono arrivate informazioni ufficiali, ma il trasferimento – probabilmente in pullman – dovrebbe avvenire nella giornata di oggi e sono stati già organizzati i mezzi per il trasporto dei richiedenti asilo, che dovrebbero essere accompagnati a Torino e Bologna in particolare.

Nel campo di via Regina Teodolinda sono ospitati al momento 180 migranti, tra i quali donne e minori non accompagnati.
Numeri decisamente inferiori rispetto all’apertura, due anni fa, e ai mesi successivi.

Si tratta di persone che hanno già presentato la richiesta di asilo.
Lo spostamento in altre strutture potrebbe essere legato anche ai tempi lunghi per la valutazione delle domande nelle commissioni cui fa capo il territorio lariano, oberate di richieste e quindi con un’attesa prolungata per l’analisi delle istanze.

Lo spostamento in massa però, l’ipotesi è appunto di almeno una settantina di ospiti, potrebbe anche essere un passaggio verso la chiusura del centro.

Nelle scorse settimane, il sottosegretario comasco Nicola Molteni aveva del resto annunciato: «Il campo di via Regina a Como va superato. È una struttura di primissima accoglienza temporanea e tale deve essere».

L’ultima visita
Giovedì scorso il consigliere regionale di “+Europa” Michele Usuelli aveva effettuato un’ispezione a sorpresa nel centro di via Regina a Como. Nei container di via Regina, gestiti dalla Croce Rossa, si contano 180 ospiti, mentre nel picco dell’emergenza si era arrivati a superare i 300. Tra questi, anche persone fragili, donne incinte, minori accompagnati, donne vittime di tratta. Usuelli, che è anche medico neonatologo impegnato con Emergency, ha espresso un giudizio pienamente positivo su condizioni del campo, qualità di personale e servizi

10 settembre 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
settembre: 2018
L M M G V S D
« Ago    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto