Migranti: incendio Lesbo, riparte clinica Msf, curato bimbo

Aveva inalato fumo e lacrimogeni. 'Siamo finalmente tornati'

(ANSA) – ROMA, 10 SET – Medici senza frontiere (Msf) è tornata a operare presso i migranti che hanno abbandonato per l’incendio il campo di Moria e sta curando un bambino, fa l’ong umanitaria. "Questo bambino – si legge in un tweet di Msf – ha la febbre alta, ha inalato fumo e gas lacrimogeni. Lui e la sua famiglia dormono sul ciglio della strada. Dopo che vari posti di blocco ci hanno impedito di tornare alla nostra clinica, siamo finalmente tornati per curare coloro che hanno bisogno di cure mediche dopo l’incendio al campo Moria". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.