Minaccia i presenti e rapina la Posta di Tavernola. Pistola in pugno, si è fatto consegnare 2mila euro ed è fuggito

Ufficio postale Tavernola

Rapinatore in Posta ieri mattina a Tavernola.
Attorno alle 9, un bandito solitario, armato di pistola (non si sa se vera o giocattolo), è entrato nell’ufficio di via della Conciliazione e, minacciando i presenti con l’arma, si è fatto consegnare il denaro disponibile prima di dileguarsi a piedi per le vie limitrofe.
Il malvivente avrebbe minacciato anche l’unico cliente che si trovava in quel momento allo sportello.
Il rapinatore ha agito da solo, ma non è escluso che ci fosse un complice ad aspettarlo nei dintorni dell’ufficio postale per garantirgli la fuga in caso di bisogno.
Quando è entrato in azione, nell’ufficio postale c’erano i dipendenti e un cliente.
Il bandito avrebbe minacciato i presenti con la pistola e avrebbe poi costretto il direttore a consegnargli tutti i soldi a disposizione fino al quel momento della giornata.
Il bottino sarebbe poi stato quantificato in circa 2mila euro. Ottenuto il denaro, il bandito è uscito velocemente dall’ufficio postale e si è allontanato a piedi, facendo perdere le proprie tracce.
Dall’ufficio postale è stato dato subito l’allarme e a Tavernola sono intervenuti gli agenti della squadra volante e della squadra mobile della Questura per i rilievi e per raccogliere la testimonianza delle persone presenti quando il malvivente è entrato in azione.
Gli agenti hanno subito avviato le ricerche del rapinatore, al momento ancora senza esito. L’ufficio postale è rimasto chiuso per tutta la mattina dopo la rapina.
A.Cam.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.