Minitransport: 17 richieste di giudizio

Imprenditori del Milanese, di Piemonte e Veneto

(m.pv.) Sono 17 le persone per cui il pm Massimo Astori ha chiesto il rinvio a giudizio nell’ambito del fascicolo di inchiesta nato dall’operazione della finanza denominata “Fashion road”. La vicenda, una classica frode “carosello” legata a società create appositamente per emettere false fatture, aveva finito con il coinvolgere una nota azienda di Grandate, la Minitransport. Società che al momento dell’indagine non era più nelle mani degli imprenditori lariani che l’avevano creata e portata

al successo – tra cui l’attuale presidente del Calcio Como, Pietro Porro – bensì di imprenditori del Milanese, del Piemonte e del Veneto, che l’avevano rilevata nel 2008. Secondo la tesi dell’accusa sarebbero oltre 60 i milioni di euro di tasse evase con fatture false per un importo totale di 250 milioni di euro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.