Moda, prorogata la mostra di Lorenzo Riva

una installazione dedicata alla tintoria al Museo della Seta di Como

Fino al 19 aprile, cinquant’anni di alta moda raccontati al Museo della Seta di Como

“La cultura non si ferma” è lo slogan del Museo didattico della Seta di Como che rimane aperto nel weekend e per tutta la prossima settimana. Sono visitabili sia la collezione permanente, con le macchine e gli strumenti della filiera serica, sia la mostra dedicata allo stilista Lorenzo Riva che è stata prolungata fino al 19 aprile.
Lorenzo Riva è considerato uno dei maestri del prêt-à-porter e dell’alta moda. Famoso in tutto il mondo per aver vestito le più prestigiose spose del jet set internazionale, Riva ha anche collaborato con alcuni registi italiani: I panni sporchi di Monicelli del 1999, Il tempo delle mimose di Bracco del 2013 e La migliore offerta di Tornatore del 2015 sono solo alcuni dei lungometraggi nei quali ha vestito le protagoniste con i suoi capi.
La mostra comasca ne celebra il genio eclettico e la creatività esponendo abiti, bozzetti, documenti e fotografie. Si tratta della prima personale dello stilista italiano che è stata preceduta dal dono al Museo della Seta di un abito di creazione sartoriale, un cappottino couture verde acceso con un fermaglio gioiello, molto particolare, con il quale Lorenzo Riva si è discostato dal suo stile classico per sperimentare l’innovazione attraverso l’uso di un tessuto di seta cruda prodotto da una tessitura autoctona.
Frequentatore della cultura milanese tra gli anni Settanta, Ottanta e Novanta, Riva vanta anche numerose collaborazioni con grandi artisti contemporanei protagonisti del Secondo Dopoguerra italiano: la più prestigiosa, che si troverà in mostra, è quella con Mimmo Rotella, iniziatore della pop art italiana; alcuni dei suoi vestiti sono proprio la rielaborazione diretta di celebri dipinti di Rotella, autore dei décollage più famosi al mondo.
Il Museo della Seta è in via Castelnuovo 9 a Como. Orari di apertura: sabato e domenica dalle 10 alle 18 e da martedì a venerdì dalle 14 Ingresso: 10 euro. Info: www.museoseta.com.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.