Moglie maltrattata finisce al pronto soccorso: il coniuge andrà davanti al giudice

Palazzo di giustizia tribunale di Como. Pubblico ministero

Le segnalazioni dei maltrattamenti erano iniziate il 30 dicembre del 2019, e sono poi proseguite con frequenza fino al 20 giugno del 2020. Ora, il marito dovrà rispondere di quanto accaduto davanti a un giudice, dopo che il pubblico ministero Giuseppe Rose ha chiesto il rinvio a giudizio con udienza che deve ancora essere fissata. Nei guai è finito un 54enne di Como residente nel quartiere di Sagnino. La vittima dei maltrattamenti in famiglia sarebbe la moglie di 64 anni che aveva chiesto l’aiuto di Telefono Donna.
Agli atti del fascicolo c’è infatti anche una relazione stilata proprio dall’associazione che tutela le donne dalle violenze di ogni tipo e genere. La moglie, in questi mesi di violenze, era finita al pronto soccorso con una prognosi di 15 giorni per un evidente ematoma e per un trauma distorsivo alla cervicale. Tra le accuse figurano anche spintoni contro il muro, strattoni e percosse proseguite per circa sei mesi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.