Molestie ad una giovane disabile: arrestato mentre scende dal bus

autobus di linea Asf, deposito di Grandate

L’accusa è pesante: violenza sessuale ai danni di una giovane disabile, 25 anni, affetta da sindrome di Down. Molestie e palpeggiamenti nelle parti intime avvenute per di più in pieno giorno, su un bus della rete extraurbana di Asf Autolinee.

Scena notata da altri passeggeri che hanno allertato l’autista che a sua volta ha chiamato i carabinieri. I militari dell’Arma si sono appostati alla fermata lungo la provinciale Briantea a Lora per poi arrestare l’uomo.

In carcere è così finito un giardiniere egiziano, 42 anni, residente ad Alzate Brianza. Nelle prossime ore sarà sentito dal giudice delle indagini preliminari di Como. La vittima per fortuna non ha necessitato di cure mediche. Il brutto episodio intorno alle 11 della mattina di mercoledì.

Da quanto è stato possibile ricostruire, l’uomo avrebbe prima avvicinato la giovane (i due non si conoscevano) poi avrebbe insistito per mostrarle un video hard che aveva sul cellulare. Al rifiuto della ragazza, avrebbe iniziato a molestarla e la palpeggiarla nelle parti intime.

Scena notata da altri passeggeri del bus della linea extraurbana che si sarebbero avvicinati all’autista per riferire cosa stava avvenendo. Immediata è partita la chiamata alle forze dell’ordine. In prossimità di Lora, quanto il bus stava ormai per giungere a Como, si è presentata una “gazzella” del Radiomobile che ha fatto scendere dal torpedone il sospettato arrestandolo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.