Molestie in Pediatria: condannato

Tribunale di Como, Palazzo di Giustizia

Condanna a tre anni e 8 mesi di reclusione per presunti episodi di molestie avvenuti all’interno della Pediatria dell’ospedale Sant’Anna di San Fermo.
La decisione è stata presa ieri dal Collegio di Como presieduto dal giudice Maria Luisa Lo Gatto. Accolte quelle che erano state le richieste dell’accusa, con in aula il pm Giuseppe Rose. La vittima, una mamma che aveva il proprio figlio ricoverato e che era stata molestata dal padre di un altro degente nel corso della notte trascorsa nella stessa camera di ospedale, aveva deciso di non costituirsi parte civile. I fatti contestati avvennero tra l’11 e il 12 gennaio del 2019, tra l’una e le tre di notte. Nei guai era finito un macedone di 48 anni, residente nel Canturino e difeso dagli avvocati Ivana Anomali e Ciro Cofrancesco. Alla base dell’indagine c’era stata la denuncia fatta dalla giovane mamma che, quella notte, si trovava in Pediatria per assistere il figlio ricoverato. Nella medesima stanza, riposava anche il figlio dell’indagato. Mentre i due bambini dormivano, l’uomo si sarebbe avvicinato una prima volta toccandole una gamba, poi una seconda volta «appoggiando il volto sulle natiche», approfittando del fatto che la mamma si era assopita. La ragazza si sarebbe a quel punto destata, costringendo l’uomo ad allontanarsi. Ma nel capo d’accusa compariva anche il reato di atti osceni, avendo l’uomo, nella stessa notte, compiuto atti di autoerotismo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.