Montano Lucino: poliziotto aggredito con un tondino in ferro, arrestato un marocchino

Intervento delle volanti della polizia di stato

Inseguito dagli agenti delle volanti, che l’avevano sorpreso nei boschi di Montano Lucino intento a maneggiare un bilancino di precisione, si è avventato conto di loro dopo aver impugnato un tondino di ferro chi quelli che vengono utilizzati per il cemento nei cantieri edili. Colpi che avrebbero anche ferito un poliziotto delle volanti, costretto a farsi medicare dal pronto soccorso con dieci giorni di prognosi. Episodio violento nel pomeriggio di giovedì, intorno alle 17.30, nell’area che già più volte in passato era stata al centro di mirati servizi di prevenzione contro lo spaccio di sostanze stupefacenti. Gli agenti hanno cercato di controllare un marocchino con diversi alias, ma l’uomo – al posto di fermarsi – ha tentato la fuga nei boschi. È stato poi raggiunto e immobilizzato con fatica, utilizzando anche lo spray al peperoncino. L’agente, come detto, aggredito con il tondino in ferro, è rimasto ferito. Lo straniero è stato invece arrestato con l’accusa di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e anche con l’ipotesi di reato di lesioni personali.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.