Morì disinnescando un ordigno in viale Lecco: Como ricorda il brigadiere Carluccio
Territorio

Morì disinnescando un ordigno in viale Lecco: Como ricorda il brigadiere Carluccio

È stato celebrato questa mattina con una messa in suffragio e la deposizione di due corone di alloro (una della Polizia di Stato, l’altra del Comune di Como) l’anniversario della scomparsa del brigadiere Luigi Carluccio, avvenuta il 15 luglio 1981.

L’artificiere (28 anni, sposato e con un figlio di otto mesi) morì in viale Lecco, di fronte ad una pasticceria, per l’esplosione di un ordigno, l’ultimo di una serie di cinque che aveva disinnescato. Presenti oggi a ricordarlo il figlio e le autorità cittadine a partire dal sindaco Mario Landriscina.

Quella del brigadiere Carluccio è una ferita ancora aperta nel cuore della città di Como che in quel 1981 fu colpita, nella “notte dei fuochi”, da una serie di attentati dinamitardi contro i negozi del centro.

16 luglio 2018

Info Autore

Mauro

Mauro Peverelli mpeverelli@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto