Natale, più vigili urbani in strada per gestire la viabilità

Polizia locale Como

Le iniziative studiate per il periodo natalizio saranno utili anche in futuro. A spiegare il perché è l’assessore alla Mobilità del Comune di Como, Vincenzo Bella. «Si tratta di un complesso di azioni incentra sulla mobilità che verranno poi inserite stabilmente, magari con i dovuti aggiustamenti, nel piano del traffico che verrà adottato prossimamente – spiega l’assessore – e dovranno servire ad affrontare la gestione del traffico in occasione non solo delle feste natalizie ma anche in vista di quei giorni in cui si prevede grande affluenza di persone in città». Il periodo natalizio 2018 sarà dunque un vero e proprio test per capire il reale funzionamento di queste misure così da adottarle anche in futuro.
Ma tornando all’imminente periodo di festività natalizie, oltre alle offerte messe in campo, sarà decisiva anche la presenza costante dei vigili urbani in strada. E proprio per questo motivo dal comando della polizia locale arrivano ulteriori novità.
«Per gestire al meglio la situazione viabilistica nei momenti caldi, ovvero nei weekend, saranno messe in strada tre pattuglie dedicate che, in aggiunta a quelle in servizio, porteranno a 5 i mezzi operativi», spiega il comandante della polizia locale, Donatello Ghezzo. Tra i compiti specifici quello di presidiare con maggior attenzione le zone a “rischio” come gli autosilo cittadini, dirottando altrove le auto – a impianto pieno – senza lasciare mezzi in coda all’ingresso, causa quest’ultima di interminabili code di auto. Verrà poi effettuato un monitoraggio su punti strategici come via Milano e piazza San Rocco. «Si tratta di uno sforzo notevole in termini di risorse schierate sul campo per evitare disagi – precisa Ghezzo – Ovviamente interverremo, dove necessario, anche con un’azione repressiva verso i trasgressori».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.