Nuovo assessore a Palazzo Cernezzi, il giudizio delle minoranze

Angela Corengia

Commenti positivi e benevoli, ma anche frecciate al sindaco, Mario Landriscina, dai gruppi di minoranza in consiglio comunale, dopo la nomina del neoassessore, Angela Corengia. La commercialista 70enne con un lungo curriculum nelle associazioni del territorio e presidente del Rotary Club Como Baradello ha assunto le deleghe alle Politiche educative, Politiche giovanili, Asili nido, Formazione, Assemblee di zona e Partecipazione.
«Non conosco personalmente Angela Corengia, ma si tratta di una figura di alto profilo, con una vita votata anche al sociale – dice Fabio Aleotti, capogruppo del Movimento Cinque Stelle a Palazzo Cernezzi – Mi pare positivo che il sindaco abbia scelto un tecnico e non una figura politica. Per la formazione delle giunte Cinquestelle si utilizza lo stesso criterio. Rimane invece incomprensibile la scelta di richiamare l’assessore Pettignano. Si tratta di un retaggio della peggiore politica».
Elisabetta Patelli, portavoce dei Verdi, esprime un «grande plauso per la nomina di Angela Corengia».
«Non solo perché si tratta di un’amica di lunga data, ma in particolare per le sue doti personali, professionali, la sua capacità di fare rete e la sua solida esperienza anche in campo ecologista. Nel marasma imbarazzante di questa amministrazione ci auguriamo che il sindaco sappia cogliere realmente questa opportunità», conclude.
«Una nomina incomprensibile – taglia corto Alessandro Rapinese, capogruppo dell’omonima lista – Angela Corengia non ha alcuna esperienza amministrativa. Probabilmente il sindaco Landriscina in questi momenti terribili voleva avere all’interno della giunta la compagnia di una persona amica».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.