Morto il giudice Bianchi: aveva presieduto l’Assise sulla strage di Erba

Giudice Alessandro Bianchi

Con il suo piglio, fermezza ma anche ironia, era entrato nelle case degli italiani – suo malgrado – in quanto presidente della Corte d’Assise di Como nel processo di primo grado per la strage di Erba. Uno dei primi eventi mediatici, con una selva di telecamere, centinaia di giornalisti e di curiosi.
Fu lui a leggere la parola «ergastolo» per Rosa Bazzi e Olindo Romano, davanti a due aule (una non bastava) gremite di gente. Alessandro Bianchi, stimato giudice comasco da tempo malato di Sla, è morto ieri all’età di 77 anni. La malattia l’aveva colpito subito dopo la pensione, e della lotta alla Sla ne parlò anche in incontri pubblici. Bianchi è stato per anni giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Como per poi passare al dibattimento e a presiedere la Corte di Assise proprio negli anni della strage di Erba.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.