Mottola conquista la prima posizione tallonato da Pastore e Rapinese

Cambiamenti anche negli ultimi gradini della top ten degli “indesiderati”
Cambio ai vertici della graduatoria del gioco “Fuori dal Comune”. Il podio rimane saldamente nelle mani degli stessi tre politici, ma le posizioni si sono rimescolate. Il titolo di consigliere comunale più “indesiderato” spetta ora a Vittorio Mottola che con l’11,69% delle segnalazioni dei lettori del “Corriere di Como” è balzato ieri dal terzo al primo posto. L’esponente del Pd è però tallonato da vicino da Mario Pastore (Fli) e Alessandro Rapinese (gruppo misto), entrambi al secondo posto con l’11,39% dei voti. Mentre Pastore ha conservato la seconda piazza, Rapinese, prima sul podio più alto, è sceso di una posizione.
Per il resto la top ten dei consiglieri comunali che i comaschi non vorrebbero più vedere rieletti alle prossime elezioni amministrative, in programma nella primavera del 2012, è rimasta pressochè invariata. Alle spalle della terna dei più “indesiderati” continuano infatti a figurare Marco Butti (Pdl), Claudio Corengia (Pdl), Veronica Airoldi (Pdl) e Roberta Marzorati (Per Como).
Qualche cambiamento, invece, nelle ultime tre posizioni. Bruno Magatti (Paco) è salito dall’ultimo al terzultimo posto, con il 4,80% dei voti, mentre Emanuele Lionetti (Forza Como) è sceso di una posizione, diventando penultimo con il 4,50%. All’ultimo posto, con il 3,75% dei voti, compare ora il consigliere del gruppo misto Luigi Bottone, in precedenza penultimo.
Ricordiamo che per votare basta ritagliare il coupon pubblicato in questa pagina, indicare il nome del consigliere che non si vorrebbe vedere rieletto in Comune e imbucare il tagliando nell’urna allestita nella sede del “Corriere di Como”, in via Sant’Abbondio 4, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19 e il sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Nella foto:
Vittorio Mottola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.