Munch e Gauguin a Lugano

Edvard Munch, xilografia e litografia Ragazze sul ponte

Le loro incisioni dialogano con le opere di Gertsch

In occasione dell’imminente compleanno di Franz Gertsch, il museo Masi di Lugano ha invitato l’artista a concepire una mostra dedicata alla sua stessa opera. La mostra presenta alcune sue magistrali xilografie poste in relazione con una selezione di incisioni di Paul Gauguin (1848-1903) e Edvard Munch (1863-1944). Un evento imperdibile dunque.
Nonostante la distanza storica e le differenze stilistiche, i tre artisti rivelano profonde e inaspettate affinità, che oltrepassano la sola condivisione della tecnica. La coesistenza di malinconia ed eros, una concezione mistica del paesaggio, la generale sensazione di solitudine ed estraneità dell’artista verso la società e la natura sono i tre motivi principali che accomunano la loro opera.
Il catalogo della mostra, edito da Kehrer, contiene riproduzioni a colori di tutte le opere esposte, testi di Tobia Bezzola (direttore del museo Masi), Gerd Woll (per anni capo curatrice del Museo Munch di Oslo) e una conversazione tra Franz Gertsch e Gerd Woll che esplora il rapporto dell’artista con la tecnica xilografica. Il catalogo è disponibile in edizione italiana, tedesca ed inglese.
Il Masi, acronimo di Museo d’arte della Svizzera italiana, ha sede nel centro polivalente Lac Lugano Arte e Cultura in piazza Bernardino Luini 6 a Lugano. Info su www.masilugano.ch. Orari: ma-do 10–18, giovedì 10-20.
Ultimo ingresso: le casse chiuderanno al pubblico 15 minuti prima della chiusura del museo.
Ingresso 20 franchi svizzeri, ridotto 14 franchi svizzeri. Visite guidate gratuite per singoli visitatori ogni martedí alle 15. La mostra chiude il 22 settembre.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.