Miss Italia indimenticabile per le lariane Iryna Nicoli e Martina Pagani

Martina Pagani, Iryna Nicoli

Iryna Nicoli fra le prime quaranta e con la soddisfazione di aver vinto il titolo nazionale Miss Miluna; Martina Pagani eliminata al primo giro di votazioni.
Questo il risultato conclusivo per le due ragazze comasche che hanno partecipato alla finalissima di Miss Italia, che ha visto il successo finale della vigevanese 20enne Carolina Stramare.
Nella serata in cui è stata assegnata la corona – venerdì in diretta su Rai 1 – quello di Iryna e Martina non è stato un lungo cammino, ma rimangono pur sempre la gioia e la consapevolezza di essere giunte all’atto decisivo del popolare concorso, andato in scena sul palco di Jesolo.
Le due lariane si sono fatte notare e per loro non mancano già opportunità e offerte. Come detto, Iryna Nicoli, 20 anni, di Alta Valle Intelvi, torna a casa con il titolo di Miss Miluna, main sponsor della manifestazione. Questo riconoscimento aveva acceso le speranze di chi ha fatto il tifo per lei, a partire dai suoi compaesani, che venerdì sera si sono ritrovati al PalaLanzo per seguire la trasmissione condotta da Alessandro Greco.
Martina Pagani è uscita subito, ma il suo è un bilancio decisamente entusiastico rispetto all’esperienza vissuta negli scorsi giorni. «Alla prima scrematura da 80 a 40 ragazze, sono stata eliminata – spiega – Nonostante ciò, il mio ruolo e quello di tutte le altre uscite di scena è stato comunque valorizzato durante lo spettacolo: abbiamo fatto diverse coreografie e accompagnato l’entrata di personaggi noti nel corso della serata».
«Ritrovarmi in uno studio televisivo di tale importanza e scendere la famosa scalinata di Miss Italia è stata un’emozione unica e indimenticabile che ricorderò per tutta la vita», aggiunge.
Sull’esito della serata finale, Martina spiega: «Non lo vedo come una sconfitta: 10.000 donne si sono iscritte al concorso; sono arrivata tra le prime 80 con le mie gambe e questa la posso solo considerare una grande vittoria personale. Non so ancora cosa mi riserverà il futuro di preciso, però ho già ricevuto qualche proposta, sia da agenzie di moda che da fotografi; da domani potrò e dovrò decidere cosa voglio veramente fare nella mia vita e scegliere come gestire il tutto».
La 21enne di Beregazzo con Figliaro ha già chiare le sue priorità: «Al primo posto rimane sempre lo studio – conclude – In ogni caso sono aperta a ogni tipo di esperienza e sono pronta a mettermi in gioco nuovamente».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.