Museo del Ciclismo al Ghisallo, oggi la riapertura

Eddy Merckx Ghisallo 2015

Da oggi, primo giorno di maggio, il Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo di Magreglio riapre i battenti. Una data che è stata lungamente posticipata a causa dell’emergenza sanitaria; ma ora l’esposizione torna finalmente a disposizione, anche se andranno rispettate, in omaggio ai protocolli, una serie di regole.
Rimane l’obbligo di mascherina, di distanziamento, di sanificazioni delle mani all’entrata.
La struttura sarà aperta anche il sabato e domenica, ma con l’obbligo della prenotazione.
A questo scopo si può chiamare il numero 031.965885, scrivere un messaggio a info@museodelghisallo.it o attraverso il portale https://shop-lombardia.abbonamentomusei.it. In generale, l’apertura sarà quotidiana dalle 9.30 alle 17.30.
A pochi giorni dalla partenza del Giro d’Italia del 2021 (che scatta sabato 8 maggio da Torino) al museo saranno celebrati a dovere i 90 anni della Maglia Rosa, icona del primato della corsa organizzata da Rcs-Gazzetta dello Sport.
Previste una serie di iniziative non solo virtuali dedicate al simbolo del Giro d’Italia, tra cui una “pink room”, che sarà lo spazio multisensoriale in cui vivere le emozioni del racconto di 90 anni di ciclismo e di storia del nostro Paese. C’è poi la collezione di maglie rosa, uno tra i punti più apprezzati dagli appassionati ed è rimasta allestita, dopo l’inaugurazione nel finale dello scorso anno, la mostra con tutti i cimeli di Fiorenzo Magni, organizzata a 100 anni dalla sua nascita. Gli appassionati potranno leggere la sua storia, non soltanto di corridore, ma anche di illuminato dirigente e poi di affermato imprenditore. In mostra giornali d’epoca, biciclette, maglie e altri rari ricordi.
«Il Covid-19 ha colpito duramente la cultura, i nostri musei, i progetti e anche le energie di chi lavora in questo ambito fondamentale, che è il mondo della memoria e della storia – spiega la direttrice Carola Gentilini – Non ci siamo dati per vinti un solo istante e ancora stiamo lottando. La strada per le nostre collezioni è spianata. Abbiamo dimostrato di saper essere anche virtuali oltre che virtuosi, negli scorsi mesi, con una serie di iniziative on-line: adesso vogliamo vedere uno per uno nei musei».
Nel 2021, peraltro, l’esposizione permanente festeggerà il suo 15° compleanno, visto che l’inaugurazione fu nell’ottobre del 2006.
E tra le grandi novità della nuova stagione un blocco di maglie che è stato donato da un albergatore di Cesano Maderno, che nel corso degli anni ha ospitato squadre ciclistiche. Tra queste, una divisa iridata di Fausto Coppi, campione del mondo della pista, e poi quelle di altri grandi come Felice Gimondi, Freddy Maertens, Eddy Merckx (nella foto, ospite del museo qualche anno fa), Jan Raas, Roger De Vlaeminck, Francesco Moser, Giuseppe Saronni e Roberto Visentini.
Quest’ultimo, quando gli impegni glielo consentiranno, è tra i corridori che hanno promesso una visita a Magreglio, luogo simbolo per lo sport del pedale e di una “classica-monumento” come il Giro di Lombardia.
Anche su questo fronte lo staff del Ghisallo è pronto a organizzare una serie di iniziative (per esempio l’intenzione era di proporne una dedicata al ciclismo femminile), anche se poi tutto dipende, come ogni cosa in questa fase storica, dall’evoluzione dell’emergenza sanitaria.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.